Obiettivo principale del progetto è quello di coinvolgere gli attori sociali della zona nel recuperare, conservare, promuovere,      valorizzare e tutelare il patrimonio genetico di biodiversità agraria domesticata legata al territorio, alle attività antropiche e al loro impatto sulla natura, accrescendo la consapevolezza che la variabilità genetica è un indispensabile mezzo per fronteggiare e adattarsi ai cambiamenti climatici.

 La tutela e la coltivazione delle antiche varietà ben si integra nel contesto territoriale a elevato pregio naturalistico come il Parco di Tepilora e la Riserva di Biosfera. Esse sono caratterizzate da un adattamento specifico alle condizioni ambientali della loro area di coltivazione e, grazie alla rusticità che appartiene loro, tali varietà si possono considerare “piante a basso impatto ambientale”. Poiché rispettose dell’integrità degli ecosistemi, coadiuvano la riscoperta di forme, colori e sapori che sanno di antico.